L’opinione sportiva: ALESSANDRO GENTILE RIPARTE DA UDINE. È L’ULTIMA GRANDE CHANCE?

L’ex capitano di Milano ha una nuova occasione in una squadra che punta a vincere il campionato di A2: potrebbe essere l’ultima.

È appena iniziata l’avventura di Alessandro Gentile alla Apu Udine, squadra costruita da diverse stagioni con un solo grande obiettivo: vincere il campionato di A2 per tornare nella massima serie che manca in Friuli dai tempi della gloriosa Snaidero e che la piazza meriterebbe per passione del pubblico e investimenti della proprietà. 

Il presidente Pedone ancora una volta non ci ha pensato un attimo, ha sfruttato l’occasione di mercato per mettere a disposizione di un coach di grande esperienza come Matteo Boniciolli un altro giocatore di qualità. 

Una grande chance per Udine nella corsa all’oro, ma soprattutto per lo stesso Gentile.

Infatti l’ex giocatore di Olimpia Milano e Benetton Treviso, che ha appena compiuto trent’anni, è reduce da un lungo periodo di inattività in seguito alla conclusione della sua avventura a Brindisi e a un incidente domestico che gli ha impedito di tornare in campo in tempi rapidi.

Ora qualche settimana di allenamento per recuperare la condizione atletica e poi in campo per sfruttare nel migliore dei modi questa nuova chance. Un’occasione importante per far ricredere gli scettici e chi lo definisce un carattere non semplice, il bad boy del basket italiano che l’ha portato molte volte a essere paragonato a Mario Balotelli: un talento fenomenale mai totalmente espresso. 

In uno spogliatoio che può già contare su senatori come Antonutti, Cusin e Gaspardo l’inserimento di un Gentile determinato a dimostrare il suo innegabile valore cestistico potrebbe risultare più semplice, viceversa sarebbero proprio i giocatori con più esperienza a non far esasperare la situazione se l’inserimento non dovesse andare come sperato.

In passato papà Nando ha vestito la maglia udinese, riformando la coppia con Vincenzo Esposito che aveva fatto benissimo a Caserta. Non è stata la sua migliore esperienza cestistica di sempre, ora tocca ad Alessandro dimostrare che Udine può essere la sua Terra Promessa, gli amanti del basket italiano non possono che augurarsi che sia così. 

Stefano Villa -contg.news

Pubblicato da Emanuele Dondolin

Direttore Responsabile ed Editoriale di Contg.News Iscritto all'Ordine dei Giornalisti Pubblici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: