❗️VIDEONEWS❗️ #ilpensierodiAndrea. Tutta la Terra si converta a Dio

La parola che può caratterizzare questa seconda domenica di avvento è conversione, Giovanni il Battista predicava nel deserto: “Convertitevi perché il Regno di Dio è vicino”.

Ancora oggi lungo i secoli questa parola è viva, il battista usa anche parole dure nei confronti dei farisei e sadducei per spronarli ad un “ frutto degno di conversione”.

Il deserto è il luogo interiore del cammino di conversione, del nostro combattimento spirituale, della nostra ascesi ( askesis- esercizio) per progredire con la grazia di Dio nella vita di fede. Nel deserto della nostra vita quotidiana incontriamo il Signore, siamo chiamati ad ascoltare la sua Parola con cui ci viene incontro. Dobbiamo anche noi fare spesso esperienza di questo deserto, almeno in un momento della giornata, slegarci da tutto ciò che è superficiale, cellulare, tv e altro , per poter ascoltare questa Parola donata da Dio, che vuole raggiungere il nostro deserto per parlare al nostro cuore. “In virtù della perseveranza e della consolazione che ci vengono dalle scritture teniamo viva la nostra speranza”.

La conversione è l’incontro con il Signore che cambia la nostra vita e che si apre alla comunione, all’accoglienza dell’ altro come ci dice San Paolo: “ E il Dio della perseveranza e della consolazione vi conceda di avere gli uni verso gli altri gli stessi sentimenti ad esempio di Cristo Gesù, perché con un solo animo e una voce sola rendiate gloria a Dio, Padre del Signore nostro Gesù Cristo”. Nella comunione dobbiamo riscoprire e rivivere il mistero dell’essere e sentirsi parte di un unico Corpo, il corpo di Cristo che è la Chiesa. Il nostro essere battezzati ci rende parte di un popolo in cammino, attraverso la storia, verso il Regno che portiamo già dentro di noi e che pure attendiamo nella nostra vita e prepariamo con il nostro impegno di conversione.

Il desiderio in questo tempo di avvento di essere interiormente trasformati da Cristo e dalla sua grazia non può essere separato dal desiderio forte che tutta la Chiesa, quale primizia dell’umanità rinnovata, sia interiormente rinnovata e trasformata come Sposa di Cristo.

Chiediamo nella preghiera attraverso le parole del profeta Isaia che nel nostro cuore si posi lo spirito del Signore: “ spirito di sapienza e di intelligenza, spirito di consiglio e di fortezza, spirito di conoscenza e timore del Signore”.

Pubblicato da Emanuele Dondolin

Direttore Responsabile ed Editoriale di Contg.News Iscritto all'Ordine dei Giornalisti Pubblici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: