Michel Camillo incontra la critica lettera Romana Petri.

Rubrica #arte&storia

Romana Petri (pseudonimo di Romana Pezzetta) è nata a Roma il 10 settembre 1965; è figlia del compianto basso Mario Petri. Si nota subito che padre e figlia hanno adottato lo stesso cognome come pseudonimo: Petri invece che Pezzetta. Romana è sposata con il portoghese Diogo Madre Deus. 

Oltre a essere scrittrice, Romana Petri ha diretto la casa editrice Cavallo di Ferro con il marito, è critica letteraria, è stata insegnante di francese in alcuni istituti romani e traduce dal francese, dallo spagnolo, dal portoghese e dall’inglese; da quest’ultima lingua ha tradotto il Diario di Adamo ed Eva di Mark Twain. 

La Petri è autrice di un racconto per ragazzi: Devo scegliere chi sognerà per me, pubblicato nel 2018. Per il resto, ricordiamo il suo romanzo Figli dello stesso padre, il cui titolo allude a Emilio e Germano, che hanno per l’appunto lo stesso padre, ma due madri differenti; questo libro è ambientato a Roma, Milano e Pittsburgh e fu pubblicato nel 2013, anno nel quale si aggiudicò il Premio Letterario Basilicata ed entrò nella finale del Premio Strega. 

Fra i premi vinti da Romana Petri, citiamo il Premio Grinzane Cavour nel 2001; inoltre era già stata finalista del Premio Strega nel 1998. I libri della Petri sono stati tradotti e pubblicati in Germania, negli Stati Uniti d’America, in Olanda, in Inghilterra, in Francia e in Portogallo. 

Michel Camillo 

Pubblicato da Emanuele Dondolin

Direttore Responsabile ed Editoriale di Contg.News Iscritto all'Ordine dei Giornalisti Pubblici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: