L’arte si impara grazie alla cultura filippina. Le opere Glory Days ne sono l’ esempio.

Le opere per “Glory Days: The Best of Philippine Art” comprendono l’apprezzamento e la venerazione di ogni artista per la tradizione e i valori filippini. L’adozione di concetti formulati collettivamente dagli artisti visivi Richard Arimado, James Gabito e Almer Moneda, rinuncia all’importanza della cultura e dell’identità filippina come fondamento e struttura nella ricerca della conservazione e della progressione del patrimonio filippino.

Le opere presentano elementi che trasmettono valori, storie e obiettivi condivisi di un’epoca formativa; dove i costumi duraturi e i relativi principi morali incoraggiano il pubblico a creare e condividere una consapevolezza collettiva, che a sua volta serve a mettere in relazione e ricongiungere la saggezza della tradizione con l’età moderna.

L’arte del commercio

Richard Arimado, nato e cresciuto a Manila, ha sempre avuto forti inclinazioni artistiche. Ha studiato Drafting Tech presso l’Istituto Tecnologico delle Filippine e pubblicità presso il Panday Sining Art Study Center. All’inizio, Arimado ha già sviluppato uno stile magistrale e la sua firma artistica dipingendo vedute a volo d’uccello dei pedoni e dei loro spostamenti.

James Gabito, artista con sede a Baguio, menzione d’onore GSIS 2015 e finalista MADE 2015, dipinge archetipi della cultura della provincia di montagna che attestano lo stile di vita vibrante e incontaminato della regione. Gabito assembla queste immagini con un senso di complessità artigianale e crudezza per i suoi soggetti. L’interpretazione di Gabito deriva dalla sua prospettiva di cambiamento nella pratica, come quella derivante dalla tessitura o dalla semina del riso.

Commerci mattutini

Almer Moneda è un artista filippino contemporaneo con sede a Luzon meridionale, nelle Filippine. Non è estraneo alle arti visive. La sua laurea in disegno presso la Laguna State Polytechnic University gli ha dato un occhio superbo per l’anatomia e la capacità di rappresentare accuratamente dispositivi meccanici. Moneda fonde queste due tecniche in un’opera surreale e iperrealista che porta una prospettiva alla comunità della fotografia. Idee come le occasionali tendenze voyeuristiche dei fotografi, il “momento decisivo” dell’ideologo della fotografia Henri Cartier-Bresson e le regole della composizione vengono esplorate in una pratica brillante che ricorda alcune delle carriere surrealiste più note nella storia dell’arte.

“Glory Days: The Best of Philippine Art”, con opere di Richard Arimado, James Gabito e Almer Moneda, sarà in mostra allo stand B7 di ManilArt 2022, situato al 3° livello dell’SMX Convention Center, SM Aura, Bonifacio Global City , Taguig dal 19 al 23 ottobre 2022.

Redazione-c.s

Pubblicato da Emanuele Dondolin

Direttore Responsabile ed Editoriale di Contg.News Iscritto all'Ordine dei Giornalisti Pubblici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: