La Torre Kot Al-Askar. Testimonianza della storia antica della Wilayat di Taqah

La torre Kot Al Askar, dal design unico, è una testimonianza dell’antica storia della Wilayat di Taqah, che si trova a circa 30 chilometri da Salalah, la capitale del Governatorato del Dhofar, nel sud del Sultanato dell’Oman.

La torre fu costruita durante il regno del sultano Taimur bin Faisal Al Said (1913-1932), con lo scopo di proteggere la città e i suoi abitanti da eventuali attacchi esterni, ed è stata restaurata nel 2008, per ordine del defunto Sultano Qaboos bin Said.


Significato storico
La torre e il forte si trovano nella città di Taqah, una delle città costiere del Governatorato del Dhofar, famosa per le sue ceramiche, argenteria e altri mestieri.

Il direttore della Torre Al-Askar, Muhammad Ahmad Sawakhron, ha dichiarato: “Il castello di Taqqa è la fortezza più famosa del Governatorato del Dhofar, nell’Oman meridionale, ed è uno degli importanti siti archeologici che turisti e gente del posto visitano per esplorare e vedere i suoi monumenti preservati fino ad oggi


La torre di Kot Al-Askar fu costruita durante il regno del sultano Timur bin Faisal Al Said (1913-1932) (Anatolia)
fortezza dell’energia

fortezza dell’energia
Nelle vicinanze della torre si trova anche il “Forte Taqah”, che si distingue per i suoi colori artistici di alto livello che lo distinguono dagli altri.Tra le caratteristiche chiaramente distintive di questo forte sono le sue finestre multiple dotate di grate in legno e archi che sembrano come i buchi della serratura.




Lo scopo della costruzione della torre e della rocca è quello di proteggere la città e i suoi abitanti da eventuali attacchi esterni (Anatolia)


Il forte comprende interni di lusso, affascinanti oggetti d’antiquariato e meravigliose opere d’arte e artigianato che mettono in risalto magnificamente la cultura dell’Oman, in quanto residenza del leader tribale Sheikh Ali bin Tamman Al-Ma’ashani, nonno della madre del sultano Qaboos.

Lo stile urbano e le sue finalità
Questo edificio è stato costruito sullo stile arabo-islamico in termini di forma, design e decorazioni che sono state progettate in questo edificio.

Comprende molte fortificazioni, divisioni, torri, nascondigli e ingressi per scopi amministrativi e militari, come fanno gli omaniti quando costruiscono questi castelli e fortezze, per i quali il Sultanato è famoso.Migliaia di turisti arabi e stranieri visitano questo forte ogni anno.

Un visitatore del Forte di Taqah vede la nobiltà dell’uomo dell’Oman e la sua originalità nel preservare l’architettura arabo-islamica nello stile e nel metodo di costruzione, sia all’ingresso di questo forte, che nelle stanze o nelle sale pubbliche.

In passato le usanze, soprattutto nelle occasioni religiose e nazionali, prevedevano sfilate davanti al forte e recitavano poesie e canti che esprimessero questa occasione, che divenne una delle usanze rimaste nello stato e nei suoi deputati.

Il forte era un quartier generale per la gestione e la risoluzione di controversie, contenziosi e altri compiti, fino al 1984 quando fu istituita una nuova sede per il Wali, l’amministrazione locale e altri dipartimenti governativi che si occupavano di affari nello Stato.

Il forte è diventato uno dei punti di riferimento storici e archeologici per rimanere un’incarnazione del dono degli omaniti e della loro originalità nell’architettura e nell’alta costruzione.

Redazione- fonte Aljazeera News

Pubblicato da Emanuele Dondolin

Direttore Responsabile ed Editoriale di Contg.News Iscritto all'Ordine dei Giornalisti Pubblici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: