L’assassinio della figlia di Alexsander Dugin s’inserisce nello scenario della guerra tra Ucraina e Russia.

La figlia del filosofo Alexsander Dugin, considerato uno degli ideologhi del presidente della Federazione Russa Vladimir Putin, è stata uccisa in un attentato vicino a Mosca.

Darya Dugina stava guidando l’automobile del padre, quando essa, all’incirca sabato sera scorso, alle ore 21.00, si è incendiata dopo l’esplosione di una bomba nei pressi della cittadina di Bolshiye Vyazemy, a circa 20 chilometri da Mosca, e la polizia ha aggiunto che la bomba era probabilmente stata messa sull’auto.

È stata aperta un’indagine sull’omicidio.

Molto probabilmente gli attentatori avrebbero voluto sbarazzarsi del padre della vittima.

Ma quali possono essere gli scenari adesso e chi può essere stato l’autore del misfatto?

Le indagini sembrano vertere su due direzioni: gli autori dell’attentato dinamotardo potrebbero essere partigiani ucraini oppure oppositori interni russi.

Intanto le autorità russe e ucraine si lanciano reciproche accuse: “È un attentato di Stato”, attaccano da Mosca; “Non ci comportiamo come i russi”, replicano da Kiev.

La tensione in questo frangente non può dunque purtroppo far altro che aumentare.

Luca Dal Bon- redazione. ATTUALITÀ. Conflitto Russia-Ucraina.

Pubblicato da Emanuele Dondolin

Direttore Responsabile ed Editoriale di Contg.News Iscritto all'Ordine dei Giornalisti Pubblici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: