#costume&#società. Giustizia? Zitti, muti e non lamentiamoci più

In questo fine settimana si sono tenute importanti votazioni che probabilmente avranno conseguenze anche sulla legislatura ormai sempre più prossima alla sua naturale scadenza. Non faro analisi politiche perché non ci vuole un genio per comprendere chi ha vinto, chi ha tenuto e chi è crollato. La questione
su cui vorrei concentrami è un’altra ovvero il voto dato a candidati impresentabili. Sonoveramente
stufo di sentire che persone imputate, condannate, legate ad ambienti malavitosi riescano sempre ad
ottenere il favore degli elettori, da nord a sud, acquisendo al contempo sempre più potere all’interno dell’amministrazione pubblica. Io sono esterrefatto e continuo a non comprendere che problemi
abbiano gli italiani sempre a lamentarsi del “magna magna” ma al contempo pronti a votare persone a cui non aprirebbero mai la porta di casa loro. Chi veramente crede in una ideologia, sia essa conservatrice o riformista, dovrebbe volere che a portarla avanti fosse una persona di alta statura
morale, castigando quelle forze politiche pronte a candidare personaggi che non potrebbero nemmeno partecipare ai concorsi pubblici. Il problema è che non ci scandalizziamo più e se un politico,
specialmente vicino a qualche forza politica a noi vicina, viene immischiato in qualche brutta storia la nostra reazione è di difesa quando invece voler bene a un progetto politico significa anche prendere le distanze per valori alti che non hanno ideologia e che dovrebbero appartenere a tutti noi. Un vero amico non è quello che ti asseconda sempre, un vero amico è colui che ti riprende, ti sgrida perché sa che stai sbagliando e ti vuole riportare sulla giusta strada e vale la stessa cosa nella politica. Quanto appena detto dovrebbe valere anche durante le elezioni perché che ci piaccia o no chi mandiamo al
potere decide il nostro futuro, amministra le nostre città, incide sulla qualità del nostro vivere. Fare finta
di nulla o ancora peggio farsi una risata quando ci arrivano le notizie della cronaca giudiziaria non ci fa onore e soprattutto non ci fa bene. La democrazia vince sempre e ognuno è libero di votare chi vuole sia esso pregiudicato/imputato soggetto poco limpido trasparente. Poi però non lamentiamoci quando le cose non vanno bene perché li mandiamo noi al potere.

Marco Lamantia-Redazione

Pubblicato da Emanuele Dondolin

Direttore Responsabile ed Editoriale di Contg.News Iscritto all'Ordine dei Giornalisti Pubblici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: