Il Viaggio di Vida Vialardi in Puglia. Parte2 / Brindisi


Altra città di rilievo della Puglia che deriva dal latino Bridisium , chiamata anche “ Porta d’ Oriente” grazie alla sua
strategica posizione geografica su un porto naturale. Le sue origini risalgono al periodo del bronzo ed ancora oggi sono conservati molti reperti; fu dominio dei Romani, diventando così un porto di vitale importanza per le comunicazioni
con la Grecia e l’Oriente raggiungendo il massimo splendore. Purtroppo cadde in rovina durante l’occupazione dei
Goti, si riprese grazie ai Longobardi diventando parte del Ducato di Puglia.
Fu la prima signoria dei Conti di Conversano diventando importante per la sua Cattedrale ottenendo un porto
privilegiato verso la Terra Santa, fu anche sede del conio del Regno di Sicilia.
Fortemente danneggiate dalla peste nera, in seguito subì numerose immigrazioni di Slavi, Albanesi e Greci.

Passò poi sotto il dominio degli Spagnoli cadendo di nuovo in disgrazia, ma nel 1860 fu annessa al Regno d’Italia e
presto si riprese. Durante la Seconda Guerra Mondiale, Brindisi divenne sede del Comando degli Alleati e tra il 1943 e
il 1944 ospitò re Emanuele III di Savoia diventando temporaneamente sede del Governo.
La città è ricca di storia e architettura; la Cattedrale in stile romanico fu eretta tra l’ XI e XIII secolo: il suo interno è
famosa per i preziosi mosaici simili alla Basilica di San Nicola di Bari. Fu distrutta da un terremoto nel 1743 poi
successivamente ricostruita e dedicata a San Giovanni Battista.
Altra chiesa importante è quella dedicata a San Benedetto del 1090, in stile romanico pugliese ed è gradevole il
piccolo chiostro romanico dell’ XI secolo.
interessanti i resti dell’antico Acquedotto romano che sono da sempre simbolo della città.
Bellissima la Fontana Tancredi che porta il nome dell’ultimo re normanno; il Portico dei Cavalieri Templari porticato
del più antico palazzo vescovile del XIII secolo diventato ora un museo; da ricordare infine la Porta Mesagne la porta più antica dell’ingresso della città edificata dall’Imperatore Federico II di Svevia.
Assai importante è il Sacrario Militare per i Caduti d’Oltremare, realizzato dopo la Prima Guerra Mondiale interamente costruito in marmo bianco di Carrara.

Vida Vialardi-Redazione

Profilo Facebook Vivi Vialardi Pagina Facebook contg.news Pagina Instagram contg_news_emad Canale Youtube contgnews

Pubblicato da Emanuele Dondolin

Direttore Responsabile ed Editoriale di Contg.News Iscritto all'Ordine dei Giornalisti Pubblici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: