Un dolce ricordo a una persona scomparsa.

#costume&società.

Questo testo è dedicato a Deborah una ragazza straordinaria strappata alla vita molto giovane da una brutta malattia diversi anni fa. Questa opera è stata pensata per alimentare il ricordo di una vita che non c’è più con il ricordo di una persona straordinaria che il poeta Luca Stecchi ha avuto la fortuna di incontrare nel suo percorso terreno e diventarne amico. Infatti lo stesso Stecchi con queste parole ne fa il ricordo: <<Un anno dopo la sua scomparsa ho scritto questo testo parole ispirate dal suo cuore. , dalla sua grande umanità e dal suo sorriso.>> Il testo ha raccolto il plauso anche nella raccolta di Aletti editore (Poesia inserita nella raccolta poetica CET Scuola Autori di Mogol) e nella raccolta (Un Fine Cioccolato amaro). Una storia questa che nasce da un viaggio onirico e ricorda per certi versi una celebre canzone portata al successo da Adriano Celentano “Arcobaleno”. La genesi di questa opera cosi come :” UN DELICATO ADDIO” nasce da un sogno un viaggio onirico che Mogol ebbe dopo la morte di Lucio BATTISTI, in questo caso Debora ha ispirato il testo messo in voce da  Cinzia Tomasi e musicato da Zaccaria Roj  e da Cinzia Tomasi. Un pensiero riportato in vita alcuni mesi fa, dalla cantante Cinzia Tomasi. “Dopo aver letto alcuni miei testi è stata colpita da questo in particolare e da dettagli che hanno portato la sua sensibilità a creare una meravigliosa canzone con una tonalità molto calda.” ci fa sapere Stecchi. Quest’opera vedrà la realizzazione di un video che accompagnerà questo progetto. A dare il volto e le movenze una giovane ragazza biellese di 21 anni Lorenza Coda Zabetta, nata a Biella il giorno 14 Maggio, ho frequentato l’istituto Eugenio Bona e una volta terminato il corso di studio ho deciso di intraprendere l’avventura di gestire un bar. Cinzia Tomasi invece: <<Ho scelto questo testo da mettere in voce dopo aver visionato il tuo libro.Ne avrei scelti molti altri, ma questo in particolare mi ha colpito molto. Un testo diviso in tre periodi, sembravano tre storie in una ma in realtà era un principio, una fine e un sogno… questo mi ha entusiasmato subito e quando Luca mi ha raccontato la storia mi sono sentita molto vicina per esperienze mie di vita.>> Lo studio di registrazione ancora una volta è lo studio Sound Sistemi a Santhià di Paolo Guercio. Uno studio molto famoso, dove cantanti di primo piano del panorama musicale vi hanno preso parte . Le riprese video e editing Maurizio Pellegrini, noto professionista del settore.

Redazione

I TESTI

UN DELICATO ADDIO

Il mio sorriso si fa cupo

trasforma il mio viso in pianto

non anelo la gioia ma reclamo la vita

ho incontrato un Angelo

non l ‘ho riconosciuto

di spine e di porpora il tuo viaggio

non ricordo il messaggio

ma soltanto il coraggio

IL TUO VIAGGIO

Triste e sola vagavi

in aride contese e in rocce scoscese

l’onda in tempesta ribolla

avevi fermezza e dolce carezza

mendace giocavi con fare soave

tu rosa d’Autunno assopita di sonno rapita

con il cuore pregavi e con l’anima

anelavi

I L SOGNO

Adoro la sposa

che in bianco si desta

rigetta certezza e cerca purezza

La ammalia il destino

rinuncia alla prosa ma di cuor si riposa.

LE BIOGRAFIE DEGLI AUTORI

Luca Stecchi

Sono nato a Biella il 21 Dicembre del 1977.

Autore e Poeta. Vincitore di numerosi premi letterali e di poesia. Durante il mio percorso artistico ha potuto interagire e collaborare con grandi artisti, eccellenze della musica del cinema e del teatro.

Da sempre sono impegnato nel mondo del volontariato e nel terzo settore.                                                      

Dal 2015 ad oggi ho scritto più di 500 poesienumerosi libri, ho realizzato video e audio-libri. Le mie emozioni sono diventate le vostre. E’ proprio lì che vi ho incontrato: tra le gioie dell’amicizia e la rabbia per la perdita di una persona cara. Tra lo stupore che nasce di fronte alla natura e l’intimità di un amore.”La poesia contemporanea deve essere profumo di vita, sentimento che nasce da un fatto vero, dal proprio vissuto“ nel 2019 il grande Mogol scriveva così nella prefazione ad un libro del CET che contiene anche il mio scritto


Cinzia Tomasi

Ha studiato basso elettrico alla Nam di Milano 32 anni fa col Maestro Giacomo Lampugnani, poi si è dedicata al canto corale, liturgico, pop e gospel, partecipando in diversi cori nel Biellese e al progetto di MUSICA GEOGRAFICA con Zaccaria Roj, di cui è uscito un doppio album a dicembre 2021


Zaccaria roj

diplomato al CPM di Milano in chitarra acustica fingerstyle ed ha collaborato con diversi musicisti biellesi

Nel 2019 è uscito il suo 1 cd strumentale

A dicembre 2021 e uscito il 2 cd con Cinzia ed ora stano lavorando al 3 cd

Lorenza Coda Zabetta

Pubblicato da Emanuele Dondolin

Direttore Responsabile ed Editoriale di Contg.News Iscritto all'Ordine dei Giornalisti Pubblici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: