Il fisico Luca Romano protagonista del DF Talk di venerdì 29 aprile scorso condotto dal giornalista AndreaDonna incentrato sui benefici dell’energia nucleare ( video dell’incontro e foto)

#costume&società

https://www.youtube.com/watch?v=18Q62aHLVMc

L’Avvocato dell’Atomo è il titolo del saggio di cui è autore il fisico Luca Romano, che ha dialogato venerdì 29
aprile scorso, alle 19, nel corso di un DF Talk tenuto da Andrea Donna nella sede torinese di Vol.To.
Torinese di adozione ma di origine moncalierese, Luca Romano, oltre a essere dottore in Fisica teorica, è un
noto divulgatore scientifico cui sta particolarmente a cuore il tema del nucleare. Il suo libro, già disponibile
in libreria, sarà disponibile anche su Amazon dal 16 maggio prossimo.
Dall’epoca dell’inizio della pandemia da Covid 19, Luca Romano ha avviato un’attività di gestione della
Comunità dell’Avvocato dell’Atomo, comprendente un team di ricercatori, divulgatori e sostenitori
dell’energia nucleare, come lui stesso è.
Ha perfettamente compreso l’uso sapiente che si può fare dei Social Network, tanto da aver raggiunto 50
mila follower su Instagram, 56 mila su Facebook e 30 mila su Tiktok. In lui la passione e la missione
coincidono nella promozione dell’informazione e divulgazione sul tema dell’energia nucleare, cercando di
sfatare i falsi miti e le fake news.
“Una delle poche cose su cui pressoché tutti gli italiani, a qualunque schieramento politico appartengano,
paiono d’accordo – ha spiegato Luca Romano – è che l’energia nucleare sia un elemento negativo,pericoloso, costoso, lento da implementare e capace di produrre scorie radioattive”.
Il nome dell’Avvocato dell’Atomo nasce dalle popolarissime pagine social dell’autore, è un progetto che ha
lo scopo di fornire la giusta difesa a una fonte energetica ancora troppo bistrattata dai media.
Senza il nucleare, che Luca Romano considera l’energia più green di tutte, non sarà possibile porre fine alla
dipendenza dai combustibili fossili, il che sarebbe un obiettivo fondamentale non solo per ragioni ecologiche, ma anche geopolitiche, rese ancora più evidenti dal conflitto ucraino. Per ribattere a chi ritiene che l’energia nucleare possa essere pericolosa, il fisico Luca Romano afferma che il disastro nucleare di Fukushima non ha causato alcuna vittima. Le scorie nucleari prodotte in un secolo da tutta l’umanità
potrebbero essere contenute in una singola nave. Negli anni Sessanta l’Italia è stata la terza potenza nucleare mondiale (intendiamo nucleare civile ovviamente), davanti alla Francia e all’Unione Sovietica, fatto, invece, oggi ribaltato.
Oggi il nucleare rappresenta, così, uno strumento indispensabile per liberarci dalla dipendenza nei confronti
dei combustibili fossili.

Redazione-c.s

Pubblicato da Emanuele Dondolin

Direttore Responsabile ed Editoriale di Contg.News Iscritto all'Ordine dei Giornalisti Pubblici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: